Presentata a Monza la F2 2018
  • Alberto Bassi
  • Alberto Bassi

news

Il campionato FIA F2 ha presentato oggi a Monza la F2 2018 ai media internazionali. La nuova macchina, che correrà nelle stagioni 2018, 2019 e 2020 è stata rivelata nel paddock della Formula 1 prima della nona corsa della stagione 2017 di F2.

La nuova macchina, che si attiene agli ultimi standard di sicurezza F1, presenta la struttura tipica di una moderna auto F1 e un motore Mecachrome a turbocompressore 3,4 litri, che fornisce 620 CV a 8.750 giri/min. La filosofia di progettazione è stata quella di aggiornare le linee, per poter riflettere gli ultimi aggiornamenti del design di F1 senza limare il carattere agguerrito delle corse.

Gli aggiornamenti in termini di sicurezza includono modifiche di controllo come la Virtual Safety Car (VSC), il sistema di riduzione del drag (DRS), l'aggiornamento dell'elettronica e, soprattutto, è la prima nuova auto ad essere presentata con il sistema Halo, incorporato nella fase finale del processo di progettazione.

L'elettronica è stata migliorata con una ECU aggiornata, le cui caratteristiche mostrano l’espandersi delle possibilità di evoluzione per i prossimi anni, una decisione di progettazione in linea con la consueta attenzione al controllo dei costi. I costi operativi previsti per le squadre non dovrebbero discostarsi da quelli di questa stagione.

L'auto ha affrontato con successo il test preliminare in luglio presso il Circuit de Nevers Magny-Cours e il programma di sviluppo continuerà con altre prove nel corso del resto dell'anno, per poter accumulare un chilometraggio sufficiente da assicurare che ai team venga consegnata una macchina funzionale e affidabile.

In dicembre vi saranno due sessioni di prova, concentrate esclusivamente sul test delle prestazioni, dove l'auto sarà spinta al limite prima della consegna ai team, che riceveranno la prima vettura a metà gennaio 2018, la seconda a metà febbraio. Tra le due date di consegna ci sarà un test con le squadre per consentire loro di acclimatarsi con la vettura prima della prima prova ufficiale pre-stagione.
 
Pirelli è ancora una volta il fornitore ufficiale di pneumatici del campionato, ed è stato parte integrante del processo di progettazione per garantire continuità rispetto
 


Charlie Whiting, Direttore FIA del dipartimento tecnico F1 ha commentato: "La presentazione della nuova F2 2018 è un momento importante per la FIA, che permette il completamento della piramide delle monoposto, partendo dal Karting fino ad arrivare alla cima del motorsport della FIA Formula One World Championship.

Il progetto che delinea la strutturata della formula junior è fondato sulla caratterizzazione delle vetture in modo che preparino meglio i piloti per il passo successivo. Per la Formula 2, questo significa che abbiamo bisogno di un'auto che non solo educhi, ma che permetta anche ai piloti più pronti per il passaggio alla Formula1 di brillare.
 
L'automobile è stata sviluppata migliorandone l’estetica, e portando il livello di sicurezza ai più alti standard delle vetture monoposto, avvicinando il più possibile entrambe le caratteristiche ad una moderna vettura di Formula1.

Siamo orgogliosi di presentare il Campionato FIA Formula2 2018 affiancati dal Formula One Management e siamo ansiosi di continuare la nostra partnership a questo livello con questa nuova e interessante vettura".


Bruno Michel, CEO del Campionato FIA Formula 2 ha aggiunto: "Sono molto contento di poter presentare la nostra nuova vettura per il prossimo ciclo di tre anni del Campionato FIA Formula 2. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di offrire una vettura potente, sicura e stimolante, che incoraggi il sorpasso, e grazie al nuovo pacchetto aerodinamico riteniamo che questa vettura sia in grado di migliorare la corsa e offrire ancora più intrattenimento ai nostri tifosi. La nostra filosofia è sempre stata quella di far coincidere queste caratteristiche con il controllo dei costi per le squadre e crediamo che la F2 2018 continuerà a limitare i costi operativi e offrire un pacchetto attraente alle nostre squadre.

Infine, e soprattutto, la F2 2018 rispecchia i più recenti standard di sicurezza F1: abbiamo un notevole successo a livello di sicurezza, questo è stato un punto cruciale durante il processo di progettazione. Credo che la F2 2018 rappresenti la vettura giusta per la prossima tappa del nostro campionato, e fornirà una vera corsa per il passo finale della scaletta del motorsport ai nostri piloti che sperano di raggiungere la loro ultima ambizione: un posto di gara in F1 ".
 

Bookmark and Share

Details