Storia
1959
1961
1963
1969
1970
1972
1978
1984
1985
1991
1998
2011
2012
2015
2017
2018

1959

Giampaolo Dallara, giovanissimo, è chiamato a lavorare alla Ferrari: dopo la laurea in ingegneria aeronautica lo assume direttamente il leggendario Drake, Enzo Ferrari.

 

1961

Il desiderio di vivere le competizioni in pista. A soli 25 anni per la prima volta è «race engeneer» per la casa del tridente collaborando con piloti del calibro di Roger Penske (3° da sinistra) e Bruce McLaren alla guida.

1963

Alla Lamborghini l’ambizione è creare le macchine sportive più belle e più veloci del mondo. Con Dallara direttore tecnico nasce la rivoluzionaria Miura (1966).

1969

Per De Tomaso Dallara progetta e realizza una vettura da Formula 1 gestita in pista da F. Williams.

1970

A Varano de' Melegari Giampaolo Dallara comincia a studiare una nuova vettura sport prototipo: si chiamerà VDM, con le iniziali del suo paese di origine

1972

Quando nasce, la Dallara Automobili da competizione è composta da tre persone e ha sede nella casa di famiglia.  La prima vettura è la SP 1000, una triposto con monoscocca in lamiera d'acciaio e posizione di guida centrale.

1978

Esce la Dallara 378: la prima Formula 3 del marchio destinato a dominare a livello internazionale i campionati della categoria. Nel 2020 tutte le vetture Formula 3 sono Dallara.

1984

Dallara costruisce la prima galleria del vento con tappeto mobile in Italia. Nel 1995 realizza la seconda, dove è possibile testare modelli in scala al 40%. Per i modelli in scala fino al 60%, nel 2008 inaugura la terza galleria del vento.

 

 

 

 

 

1985

La F385 è la prima monoscocca Dallara in fibra di carbonio. Rappresenta una grande innovazione l’utilizzo di un materiale composito di derivazione aeronautica, fin qui usato solo da alcuni team di Formula 1.

 

1991

L’anno dell’inaugurazione del nuovo stabilimento Dallara: con una superficie di circa 3500 mq, si trova all’ingresso del paese di Varano de’ Melegari, non lontano dall'autodromo Riccardo Paletti.

 

1998

Prima vittoria alla 500 miglia di Indianapolis. Questo leggendario circuito viene percorso ad una velocità media intorno ai 370 km/h.  Dallara è il costruttore che ha vinto di più nella storia della corsa. Dal 2012 tutte le vetture in pista sono Dallara.

 

2011

Dallara installa il primo simulatore professionale di guida, lo strumento utilizzato per lo studio della dinamica del veicolo: attraverso modelli matematici il pilota può guidare una vettura che non è ancora stata costruita. Nella sede di Indianapolis un secondo simulatore sarà pronto nel 2014.

 

2012

Dallara Indycar Factory è la nuova sede a Indianapolis. Qui, in un centro polifunzionale di ingegneria ed Edutainment (Education & Entertainment), si assemblano le Indycar e si può imparare, divertendosi, come si crea una vettura da competizione.

 

2015

L’alta specializzazione nella lavorazione di materiali compositi si concretizza nella realizzazione di due strutture dedicate: Dallara Compositi – polo produttivo all’avanguardia – e DARC (Dallara Advanced Composite Research Center) – centro di ricerca e sperimentazione sui nuovi materiali.

 

2017

La Dallara Stradale concretizza un sogno di Giampaolo Dallara: una vettura da corsa con la targa. Rappresenta la sintesi delle tre competenze chiave dell’azienda: aerodinamica, dinamica del veicolo e materiali compositi. Il progetto è costruire 600 esemplari in 5 anni.

 

2018

La storia di una passione raccontata attraverso un edificio: una rampa espositiva che ospita le vetture che hanno fatto la storia dell’azienda, laboratori didattici, aule universitarie e spazi dedicati all’edutainment. La Dallara Academy è il personale lascito dell’Ingegner Dallara ai giovani e al territorio.