Il telaio della handbike con cui l’atleta bolognese Alex Zanardi ha vinto tre medaglie alle Para Olimpiadi di Londra 2012 e a quelle di Rio de Janeiro nel 2016, è stato sviluppato a Varano. Il processo di progettazione ha ricalcato proprio quello di una macchina da corsa: una volta digitalizzata la superficie corporea di Zanardi e della sua bici, è seguito un approfondito studio di aerodinamica numerica CFD (Computational Fluid Dynamics) per la messa a punto della forma del mezzo. Definita la forma, si è passati alle analisi strutturali FEM (Finite Element Methods), per poi realizzare prove di laboratorio. In parallelo, si è costruito un manichino per valutare l’abitabilità e la posizione di guida ed infine si è progettato e realizzato il prototipo, a cui è seguita la Z-bike definitiva con cui Zanardi ha vinto le Para Olimpiadi a Londra e Rio de Janeiro.

La handbike realizzata per Zanardi in seguito di questo impegnativo lavoro, in una diversa configurazione, sarà presto disponibile alla vendita  per gli atleti disabili e normodotati.